Slide background

Riapertura Chiesa PanzanoSabato 25 agosto ore 19 Presentazione del volume "La chiesa parrocchiale della Purificazione della B.V. Maria in Panzano di Campogalliano

Domenica 26 agosto ore 18.30 Solenne riapertura della chiesa parrocchiale di Panzano
Vespri e processione con l'immagine di San Luigi Presiede il Vescovo Francesco Cavina

Sabato 25 agosto ore 19 Presentazione del volume "La chiesa parrocchiale della Purificazione della B.V. Maria in Panzano di Campogalliano.
Vicende storico-artistiche" a cura di Andrea Beltrami, Alfonso Garuti e Federica Gozzi

Riscoprire le radici guardare al futuro

Quattro secoli dalla costruzione della chiesa, intitolata alla Purificazione della Beata Vergine Maria, e 450 anni dalla nascita di San Luigi Gonzaga, a cui è dedicata la Sagra di agosto. Due gioiose ricorrenze che, per la parrocchia di Panzano, si uniranno domenica 26 agosto ad un terzo evento memorabile: la riapertura al culto della chiesa parrocchiale, recuperata dal restauro post sisma. Senza dimenticare il 50° di ordinazione del parroco, don Marino Mazzoli. "La riapertura della nostra chiesa è un evento di festa molto atteso dalla comunità - afferma don Mazzoli -. Oltre che con il Triduo di preghiera nei giorni precedenti la Sagra, ci prepareremo a celebrarlo recandoci in pellegrinaggio al santuario di San Luigi Gonzaga a Castiglione delle Stiviere domenica 19 agosto. Sarà inoltre allestita nei prati della parrocchia una mostra con pannelli che ripercorrono la vita di San Luigi, 'giovane delle nostre terre', come recita il titolo". Cogliendo dunque nella riapertura della chiesa un momento propizio per stimolare la comunità a riscoprire le proprie radici, don Mazzoli si è fatto promotore della pubblicazione di un volume in cui raccogliere le antiche memorie, insieme alle novità emerse dalle ricerche storiche compiute per l'occasione. "Il libro, a cura di Andrea Beltrami, Alfonso Garuti e Federica Gozzi, sarà presentato il 25 agosto - spiega il parroco -. Ho intenzione di distribuirlo, durante le benedizioni nelle case, alle famiglie, in particolare a quelle più giovani che sono venute ad abitare nella nuova area residenziale del paese e poco o nulla sanno della storia della parrocchia". Ma riaprire la chiesa significa anche ritornare alla normale funzionalità degli spazi e ripristinare quella tradizionale ospitalità ai gruppi giovanili della Diocesi di Carpi e di quella vicine che, per l'utilizzo del salone dell'ex asilo come "aula liturgica" a causa dell'inagibilità della chiesa, era stata temporaneamente sospesa. "Da mesi ci chiedono con insistenza: 'quando ci ospitate?'. Ora finalmente possiamo riprendere questa accoglienza - afferma don Mazzoli -, molto richiesta per uscite e ritiri grazie agli ambienti e alla posizione della parrocchia e al verde circostante. Ne siamo lieti sia perché ciò anima ancora di più la nostra piccola realtà sia perché ospitare - conclude - vuol dire sostenere le attività educative e pastorali rivolte ai nostri giovani".

Diocesi di Carpi

all rights reserved

powered by duemmeweb