Slide background

Corsi per matrimonio4-19Scelta consapevole e accompagnamento

Domenica 3 febbraio, alle 18, presso l'oratorio cittadino Eden a Carpi, presentazione del percorso.
Alle 20 cena insieme. Informazioni: www.accarpi.it; Massimo 331 6268672; Elisabetta 320 0821829; Giuseppe 348 7913188; Raffaella 348 7652816.

L'Azione Cattolica desidera proporre alla comunità diocesana un itinerario di accompagnamento delle giovani coppie di fidanzati alla scoperta della chiamata al matrimonio cristiano. Il matrimonio "è una vocazione - scrive Papa Francesco - in quanto è una risposta alla specifica chiamata a vivere l'amore coniugale come segno dell'amore tra Cristo e la Chiesa. Pertanto, la decisione di sposarsi e di formare una famiglia deve essere frutto di un discernimento vocazionale" (Esortazione Apostolica Amoris laetitia 72). L'Azione Cattolica offre un itinerario triennale di catecumenato al matrimonio, sacramento scelto dal Padre per manifestare nella storia il suo amore per l'uomo. Nel vivere il loro amore, con il dono totale di sé all'altro e nel vivere un'unità profondamente personale, gli sposi sono innestati nell'amore che Dio nutre per ogni uomo. La scoperta di questo "grande mistero" (Ef 5,32) esige un percorso di accompagnamento approfondito e prolungato, come a più riprese ha manifestato il Santo Padre: "il vincolo matrimoniale richiede da parte dei fidanzati una scelta consapevole, che metta a fuoco la volontà di costruire insieme qualcosa che mai dovrà essere tradito o abbandonato. [...] Tante volte la radice ultima delle problematiche, che vengono alla luce dopo la celebrazione del sacramento nuziale, è da ricercare non solo in una immaturità nascosta e remota esplosa improvvisamente, ma soprattutto nella debolezza della fede cristiana e nel mancato accompagnamento ecclesiale, nella solitudine in cui vengono lasciati di solito i neo-coniugi dopo la celebrazione delle nozze. [...] Per questo ribadisco la necessità di un catecumenato permanente per il Sacramento del matrimonio che riguarda la sua preparazione, la celebrazione e i primi tempi successivi. E' un cammino con diviso tra sacerdoti, operatori pastorali e sposi cristiani. [...] L'accompagnamento del ministro ordinato aiuterà i futuri sposi a comprendere che il matrimonio tra un uomo e una donna è segno dell'unione sponsale tra Cristo e la Chiesa, rendendoli consapevoli del significato profondo del passo che stanno per compiere. Più il cammino di preparazione sarà approfondito e disteso nel tempo, più le giovani coppie impareranno a corrispondere alla grazia e alla forza di Dio" (Discorso al Tribunale della Rota Romana, 27 settembre 2018). Desiderando farsi interprete di questa urgenza, l'Azione Cattolica svilupperà dunque un percorso di sei incontri (febbraio-giugno) che si inscrive in un più ampio progetto triennale di accompagnamento (2019-2021), nel quale saranno coinvolte due coppie-guida e l'assistente adulti don Enrico Caffari. Gli incontri sono aperti anche alle coppie non tesserate nell'Azione Cattolica.

Alessandro Pivetti, presidente Ac Diocesana

Una vocazione da scoprire
Com'è nata l'idea, come Azione Cattolica Diocesana, di proporre questo percorso in preparazione al matrimonio? A quali esigenze concrete, che avete constatato, cerca di dare risposta? La realtà del catecumenato triennale al matrimonio esiste da trentacinque anni e fu un'intuizione dell'Azione Cattolica di allora per aiutare le coppie di fidanzati ad approfondire e scoprire la loro vocazione quasi in maniera parallela alla realtà del Seminario per la vocazione presbiterale.

Chi accompagnerà le coppie di fidanzati in questo cammino? Quale forma di accompagnamento si è scelta? Saranno due coppie di sposi "veterani", Massimo Michelini ed Elisabetta Ghidoni, Giuseppe Lovascio e Raffaella Lugli, che assieme all'assistente ecclesiale, don Enrico Caffari, si metteranno al servizio dei fidanzati per tutto il percorso triennale.

Quali sono le vostre aspettative riguardo al percorso? Cosa auspicate che possa suscitare? Al centro c'è il tema della maturità spirituale delle coppie di giovani. Il matrimonio segna il passaggio alla vita adulta e non si può improvvisare.

Al di là del percorso, quale attenzione in generale mette in campo l'Azione Cattolica nei riguardi di questa particolare "categoria" o settore, cioè i fidanzati? La proposta dei cammini formativi nei gruppi giovani propone ampie riflessioni su temi quali l'alterità e l'esperienza della trascendenza nelle relazioni. Molte intuizioni evangeliche assumono importanza centrale nella vita di un uomo e una donna che si amano.

Diocesi di Carpi

all rights reserved

powered by duemmeweb