Slide background

1994ANNO 1994

Le famiglie e i giovani come ricchezza per la Chiesa e il mondo

"Indubbiamente fi no ad oggi le scelte politiche in campo sociale sono state orientate verso i diritti personali. Anche se la valorizzazione della persona è un aspetto assai positivo, ora occorre un salto qualitativo, appunto diretto in favore della famiglia. Se la famiglia non è appoggiata, viene messa in seria difficoltà lo stesso tessuto sociale". Così si esprime monsignor Bassano Staffi eri in un'intervista rilasciata a Notizie nel numero del 5 giugno 1994, Anno internazionale della famiglia promosso dall'Onu, che la Chiesa cattolica fa proprio su impulso di Papa Giovanni Paolo II. "La denatalità, oltre ad essere un male morale - prosegue il Vescovo di Carpi -, è anche un male di ordine sociale. La famiglia va sostenuta come famiglia ed il lavoro come il lavoro di uno che è inserito in una famiglia. Infine vanno ricercate tutte le agevolazioni possibili per la donna, perché non le siano impediti o resi troppo difficili i suoi compiti fondamentali". Parole che, se rapportate all'oggi, mantengono tuttora il loro carattere di attualità e di appello alle istituzioni. Attraverso numerosi contributi, nel 1994 Notizie si attiva, dunque, ponendo in risalto le realtà con cui la Chiesa di Carpi rivolge la sua attenzione alla famiglia, in particolare il Consultorio diocesano, i corsi di preparazione "immediata" al matrimonio, il catecumenato "Cammino per due", insieme a tutte le forme di gruppi familiari, gruppi del Vangelo, etc. Soddisfazione viene espressa, nel numero del 17 aprile, per il fatto che lo Statuto comunale di Carpi, appena approvato, abbia riconosciuto "il ruolo primario della famiglia in campo educativo, sociale ed economico", grazie alla partecipazione, in fase di stesura, delle associazioni cattoliche. Grande gioia è espressa inoltre sulle pagine del settimanale dai partecipanti all'incontro delle famiglie con Giovanni Paolo II a Roma l'8 e il 9 ottobre: "attorno al Papa abbiamo vissuto l'esperienza dell'unità e dell'universalità della Chiesa". L'altro grande fi lo conduttore che attraversa i numeri di Notizie nel 1994 è rappresentato dai giovani. Si intitola "L'onda", la pagina a cura della redazione giovani, che il settimanale ospita con cadenza quasi mensile. Con spontaneità ma anche con acume, i redattori - fra cui Stefano Garuti, Enrico Bonasi, Marina Turci - trattano i fatti di attualità e le questioni che stanno loro a cuore - ad esempio l'impegno nella società civile - in dialogo con il mondo dei "grandi". Oltre a questa collaborazione, Notizie compie una sorta di viaggio fra i gruppi parrocchiali per raccontare "come stanno i giovani nella Chiesa". Passando di parrocchia in parrocchia, gli intervistati sono chiamati ad esprimere liberamente le loro osservazioni, "privilegiando gli aspetti che più li interessano: in negativo o in positivo". E giovani, con la passione per la scrittura, sono i partecipanti al primo corso di giornalismo promosso a febbraio dalla Commissione diocesana per le comunicazioni sociali in collaborazione con Notizie. Vale la pena di accennare infi ne alle elezioni politiche del 27-28 marzo 1994 che risentono fortemente dello scandalo Tangentopoli e dell'inchiesta Mani Pulite. Pubblicando i risultati nei comuni del territorio della Diocesi, Notizie mette in evidenza il crollo del Partito Popolare, la scomparsa del Psi, a cui fa da contraltare il rafforzamento del Pds, e l'avvento di Forza Italia a secondo partito nel Paese. Not

Diocesi di Carpi

all rights reserved

powered by duemmeweb