Slide background

La "carovana" di Notizie ha terminato il suo piccolo tour nelle nostre zone pastorali per conoscere, vedere, comprendere il territorio, la nostra Chiesa e i suoi lettori. E' stata una bella esperienza di condivisione, di comunicazione. A voler bene guardare dobbiamo ammettere che molte volte è mancata e manca la comunicazione, l'amplificazione tra desideri, aspettative e redazione. Questa iniziativa ha voluto essere l'embrione di una sorta di megafono, un'occasione, un contatto, un campo di ascolto. Papa Francesco, rivolgendosi ai ragazzi presenti allo Stadio Olimpico in occasione del loro giubileo, ebbe modo di dire: "Ragazzi, quante volte mi capita di dovere telefonare a degli amici, però succede che non riesco a mettermi in contatto perché non c'è campo. Sono certo che capita anche a voi, che il cellulare in alcuni posti non prenda... Mettiamoci sempre dove si prende! La famiglia, la parrocchia, la scuola, perché in questo modo avremo sempre qualcosa da dire di buono e di vero". Ecco: Notizie, il settimanale della Diocesi di Carpi, può, grazie ai suoi lettori, dare "il campo" per comunicare, per creare relazione, per metterci in contatto con la Chiesa, la scuola, le famiglie. Ma visto che oggi la percentuale di chi si reca nei nostri luoghi di culto è sempre più bassa rispetto al passato e visto che i mezzi di comunicazione sono più abitati e fruiti di quelli istituzionali, è bene, è necessario, può essere utile usare il nostro settimanale per veicolare il messaggio della Chiesa, della Parola! E' un modo, tra i tanti possibili, forse neppure il più immediato, efficace e strategico, per essere attenti alle esigenze emergenti della nostra gente. Una "risorsa", una sorta di richiamo costante, un SOS per intercettare le necessità e soccorrerle. E', a nostro avviso, un piccolo modo per "essere Chiesa in uscita", "ospedale da campo" con la ricchezza consolante di ogni nostro lettore e abbonato. Grazie per l'accoglienza con cui ci avete ospitati, grazie per il vostro servizio nell'animazione delle giornate del Settimanale, grazie per i vostri consigli, grazie anche per i richiami; cercheremo ora di mettere a frutto questa esperienza. Il dialogo crea, genera, accende, spalanca orizzonti nuovi, illumina la nostra attività. Può tornarci utile, a tal proposito, rifarci all'icona evangelica del seminatore. Dio è il seminatore e non il mietitore che valuta e pesa il raccolto. E' la "mano" che dona, forza che sostiene. Riusciremo a crescere, anche come comunità, se ciascuno si renderà conto del proprio valore e delle proprie potenzialità per la realizzazione della comunicazione che è parte fondamentale del nostro essere Chiesa. Ciascuno di noi è "strada", ciascuno di noi è "campo" di pietre e di sassi, ciascuno di noi è "un groviglio di spine", ma anche e soprattutto "campo" accogliente e generoso... Si dice che il seminatore uscì a seminare! Anche oggi, adesso, lo stesso seminatore esce ancora a seminare. Ed è grande questo Dio seminatore, è grande perché crede nella bontà e nella forza di quello che ciascuno di noi rappresenta, più ancora che nei risultati visibili. La famiglia, la società, la comunità in particolare sono il campo per la seminagione, oggi, qui. Notizie vuole essere solo un mezzo, un'occasione per spandere quella Parola, spegnendo le tante parole umane per accendere magari qualche parola divina, perché è di sicuro migliore!

Ermanno Caccia

Diocesi di Carpi

all rights reserved

powered by duemmeweb